FST Mediateca Toscana Film Commission
News

Consultabile in Mediateca il libro Il bianco spara! autobiografia di Enzo G. Castellari

“Tarantino si č ispirato ai miei film”, sono in pochi a poter pronunciare una frase simile. Uno di questi č di sicuro Enzo G Castellari, regista italiano, conosciuto a livello internaizonale e uomo di cinema a tutto tondo.

E' stato autore di famosi 'spaghetti western' a partire dal 1966, serie inziata con 'Pochi dollari per Django', co-diretto insieme a León Klimovsky, e proseguita con altri titoli, tra cui, 'Ammazzali tutti e torna solo' e 'Keoma'; ha contribuito a creare il genere poliziottesco all'italiana, con film diventati cult, come 'La polizia incrimina, la legge assolve', 'Il cittadino si ribella', 'Il grande racket'; ha firmato un film ritenuto il miglior sequel de 'Lo squalo' di Spielberg, 'L'ultimo squalo'; č stato il suo film di guerra 'Quel maledetto treno blindato', ad avere ispirato Quentin Tarantino: il film di Castellari all'eserto era chiamato 'Inglorious Bastards', mentre il regista americano, che dichiaratamente ad esso si č ispirato, ha chiamato il suo, storpiandone il nome, 'Inglourious Basterds'.

Figlio d'arte, del regista Marino Girolami, fratello dell'attore Ennio Girolami e nipote del regista Romolo Guerrieri, Enzo G. Castellari ha dedicato la sua vita al cinema, facendo, oltre al regista, l'attore, assistente alla produzione, aiuto regista, coordinatore degli stuntman e sceneggiatore.

Quell'esperienza lunga una vita č oggi raccontata in un libro, l'autobiografia Il bianco spara! (Bloodbuster edizioni, 2017), consultabile al centro di documentazione di Mediateca Toscana.


Enzo G. Castellari







[ << indietro ]