FST Mediateca Toscana Film Commission
News

A Secret Florence Lo Schermo dell'arte prestenta il film Manifesto di Julian Rosefeldt

Torna dal 10 al 16 giugno il progetto speciale dell'Estate Fiorentina Secret Florence,che valorizza la città attraverso l'arte e le arti, le performances, le mostre, il cinema. L'evento è stato inaugurato nel 2016 grazie al sostegno di Comune di Firenze e Pitti Immagine, per offrire una proposta artistica innovativa e di qualità ad un pubblico interessato al confronto tra i linguaggi del contemporaneo e lo straordinario patrimonio storico-architettonico della città, durante la settimana di Pitti Uomo.

Ci sarà una proposta molto ampia: dal Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza diretto da Virgilio Sieni a Fabbrica Europa, dal Museo Novecento allo Schermo dell'Arte Film Festival e a Tempo Reale centro di ricerca, produzione e didattica musicale, tutti uniti all’insegna del segno artistico dei nostri giorni.

Il Refettorio dell'ex Scuola Marescialli nel complesso di Santa Maria Novella diventa scenario di due performance site-specific a cura di Fabbrica Europa, che in occasione della presenza a Firenze della compagnia indiana Attakkalari Centre for Movement propone Twine della coreografa e danzatrice Hema Bharati Palani e Vanna Vativukal di Jayachandran Palazhy, coreografo e direttore artistico di Attakkalari. L'Attakkalari Centre for Movement Arts è uno dei principali centri per la danza contemporanea in India, attivo sia nell'ambito della formazione che in quello della produzione coreografica.

Il Museo Novecento - grazie alla collaborazione di Mus.e con Fondazione Architetti Firenze e B.A.Co. - ricostruisce una porzione della Galleria Quadrante, crocevia di importanti tendenze artistiche nella Firenze degli anni Sessanta, che si caratterizzò per l’allestimento ideato dall'architetto fiorentino Vittorio Giorgini. Oltre a cartoline, lettere, disegni, fotografie dell’archivio Vittorio Giorgini saranno presentate per la prima volta opere delle Collezioni civiche del Comune di Firenze realizzate da artisti legati alla galleria.

Il chiostro del Museo Novecento - Con Kemp Dreams Kabuki Courtesans, prodotto da IED in collaborazione con Mus.e - si trasformerà nel palcoscenico di una delle icone del teatro internazionale: Lindsay Kemp, artista straordinario, danzatore, clown, marionettista, performer di fama internazionale che ha attraversato 50 anni di cultura underground, si esibirà in una performance semi-improvvisata ed irripetibile insieme a Daniela Maccari e Alessandro Pucci - danzatori professionisti - vestiti con i costumi disegnati dai migliori 40 studenti del Gruppo IED. Ad accompagnare il maestro dal vivo sarà Joji Hirota, acclamato musicista giapponese. Gli studenti coinvolti nella realizzazione dei costumi prenderanno parte all’evento indossando i loro lavori.

A Palazzo Strozzi l'arte performativa di Virgilio Sieni dialogherà con le opere dell'artista visivo Bill Viola in Mistica_Ballo 1951, titolo di un ciclo di azioni coreografiche all’interno delle sale della mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico. Attraverso un percorso nella lentezza e nell’ascolto reciproco quale fonte di vibrazioni ed empatia, gli interpreti – professionisti e cittadini di ogni età – agiscono nella risonanza del tempo quale misura estatica della vita.

Al Cinema La Compagnia Lo Schermo dell'arte presenta il film Manifesto di Julian Rosefeldt in cui l'attrice premio Oscar Cate Blanchett interpreta magnificamente alcuni dei più famosi e provocatori scritti di grandi artisti dell'era moderna e manifesti dei maggiori movimenti del '900, entrando nei panni di 13 diversi personaggi. Nato come una installazione a 13 canali esposta nei maggiori centri d'arte contemporanea, il film, presentato in anteprima al Biografilm Festival International Celebration of Lives 2017 e distribuito in Italia da I Wonder Pictures, esplora il potere e l'urgenza di queste storiche parole nel nostro mondo odierno.

L' ex Manifattura Tabacchi e la Basilica di Santa Croce diventano luoghi di sperimentazioni musicali con l'intervento di Tempo Reale. La prima toscana dell'opera realizzata in coproduzione con la Biennale di Venezia Symphony Device, un concerto per macchine, dispositivi e apparecchi quotidiani: tv, hard disk, stampanti, scanner, frullatori e aspirapolvere prendono una nuova vita sonora creando un ensemble senza esseri umani, reinterpretando uno spazio emblema dell'archeologia industriale a Firenze, l'ex Manifattura Tabacchi.

Mentre la Basilica di Santa Croce sarà palcoscenico di un viaggio alla scoperta acustica dei suoi spazi: il percorso, per piccoli gruppi di persone, prevede delle tappe in quei luoghi simbolici del complesso monumentale in totale assenza dei quotidiani flussi turistici e nel completo silenzio, per una riappropriazione personale dei luoghi, delle architetture e delle opere d’arte. Attraverso il silenzio l’immersione in un’esperienza sensoriale tanto potente quanto inedita.

“Secret Florence – ha dichiarato il sindaco Dario Nardella - è un progetto nato nel 2016 che riproponiamo quest’anno forti dell’enorme successo. Siamo orgogliosi di avere ancora al nostro fianco Pitti Immagine per un evento che sarà uno dei più suggestivi e innovativi dell’Estate e che farà scoprire le bellezze più nascoste della città di Firenze attraverso gli sguardi e le iniziative di arte contemporanea dei Festival fiorentini proprio nei giorni della grande kermesse della moda”.

“Siamo felici di continuare a sostenere il progetto Secret Florence – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – visto che la prima edizione, l'estate scorsa, ha contribuito ad arricchire l'offerta culturale durante la settimana di Pitti Uomo e a valorizzare luoghi della città meno conosciuti ma ugualmente preziosi, soprattutto nei confronti di un pubblico giovane e interessato al confronto tra i linguaggi del contemporaneo. Da parte nostra è un segnale concreto di fiducia nei confronti dell'amministrazione comunale e di quelle istituzioni culturali, basate a Firenze, che si distinguono per capacità innovativa e qualità produttiva e che meritano un pubblico e un’eco di livello internazionale”.

“Secret Florence anche quest'anno farà scoprire le bellezze della città di Firenze attraverso gli sguardi e le iniziative di arte contemporanea delle realtà fiorentine, che da anni portano avanti le loro proposte dialogando con il resto del mondo – sottolinea Tommaso Sacchi, curatore dell’Estate Fiorentina -. Nella settimana cittadina del costume, insieme a Pitti Immagine, si darà vita ad un ricco programma culturale che, all'interno dell'Estate Fiorentina, saprà raccontare Firenze intrecciando i pubblici e i linguaggi della moda, della performance e delle arti sonore e visive per una settimana speciale in città”.






[ << indietro ]