FST Mediateca Toscana Film Commission
News

“Florence Forward”, progetto fotografico collegato al festival Sequence Shot Film Festival. 12 luglio, Serre Torrigiani di Firenze

Nasce a Firenze Sequence Shot Film Festival, un'iniziativa che valorizza il cinema realizzato con una particolare tecnica, quella del piano-seguenza.

L'espressione, che definisce un tipo di inquadratura senza stacchi o cesure di montaggio, è stata creata dal critico André Bazin per descrivere il cinema di Orson Wells, che l'aveva utizzata nei suoi film, come L'orgoglio degli Amberson o Quarto potere. Nel corso del tempo la tecnica è stata utilizzata come scelta narrativa da registi del calibro di Hitchcock, Kubrick e, in tempi più recenti, Inarritu e Sorrentino.

Il prossimo 12 settembre, alle Serre Torrigiani di Firenze, il Sequence Shot Film Festival, sarà una manifestazione interamente dedicata a opere realizzate esclusivamente con la tecnica del piano-sequenza, diretta dal critico e autore cinematografico Enrico Ghezzi e dai registi Graziano Staino e Lorenzo Bechi, per l’associazione BLINDVISION e la casa di produzione FILMSOLO, in collaborazione con Serre Torrigiani e il Museo Novecento di Firenze.

L’idea di realizzare un festival dedicato al piano-sequenza nasce dal crescente interesse, negli ultimi tempi, per forme di linguaggio fluido e immediato, in cui l’azione in tempo reale valorizza la componente umana, l’ambientazione e la recitazione.

Il piano-sequenza è letto quindi come un'opportunità e al tempo stesso una sfida per il regista e il suo staff, oltre che per gli attori. Una forma di narrazione cinematografica che rappresenta ancora oggi un terreno di ricerca espressiva per i giovani registi e per chiunque voglia cimentarsi nel creare le proprie opere grazie ai supporti digitali, ormai alla portata di tutti.

Durante il Sequence Shot Film Festival saranno proiettate e giudicate le migliori opere selezionate e provenienti da tutto il mondo. Il festival si articolerà in due sezioni: quella riservata alle opere prodotte in Italia e quella dedicata alle opere internazionali.

Una giuria di professionisti del settore delle arti visive presieduta dallo stesso Enrico Ghezzi assegnerà il premio alle migliori opere in concorso.

Il festival avrà luogo in due location distinte: Il primo appuntamento si terrà alle ore 18:30 presso l’Altana del Museo Novecento in Piazza Santa Maria Novella durante il quale sarà possibile assistere e partecipare a una discussione avente come tema il piano-sequenza, dal titolo “Ouroboros -il piano-sequenza e l’infiito-”, alla quale saranno prenderanno parte, oltre a Enrico Ghezzi, una rosa di professionsiti del settore delle arti visive e non solo.

Il secondo appuntamento, evento centrale del festival, prenderà il via a partire dalle ore 20.00 nella location suggestiva delle Serre Torrigiani in via Gusciana, con la proiezione dei lavori in concorso e la successiva premiazione delle opere vincitrici.

Ad anticipare la manifestazione, alle ore 19.30 di mercoledì 12 luglio, sarà la presentazione del progetto video e fotografico “Florence Forward”, presso Serre Torrigiani in Piazzetta, in Piazza dei Tre Re.

Evento Facebook:

https://www.facebook.com/events/1948919472018976/?acontext=%7B%22ref%22%3A%223%22%2C%22ref_newsfeed_story_type%22%3A%22regular%22%2C%22feed_story_type%22%3A%2217%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D






[ << indietro ]