FST Mediateca Toscana Film Commission
News

“Searching for Ingmar Bergman”: al Cinema La Compagnia la presentazione del documentario di Margarethe von Trotta

Dopo essere stato presentato a Cannes ed essere passato al Festival del Cinema Ritrovato di Bologna, arriva, per la prima volta in sala, "Searching for Ingmar Bergman", il documentario che Margarethe von Trotta, insieme a suo figlio Felix Moeller, ha dedicato al regista che, da sempre, ritiene il suo maestro.

"Searching for Ingmar Bergman" sarà presentato lunedì 13 maggio alle ore 21 al cinema la Compagnia, proposto dal Festival Internazionale di Cinema e Donne.

“In me ci sono molte donne” aveva dichiarato Ingmar Bergman e, a partire da questa affermazione, Margarethe von Trotta ci mostra la visione del cinema e del mondo di una grande maestro che, da sempre, ha messo in scena, con ammirazione e curiosità, il complesso universo femminile. Una delle protagoniste del documentario è proprio una donna, Liv Ulmann, una delle attrici simbolo di Bergman che, insieme a lui, ha girato capolavori come Persona, L'ora del lupo, Sussurri e grida, Passione, L'uovo di serpente, Sinfonia d'Autunno. Grazie anche alle interviste di Gaby Dohm e Gunnel Lindblom, viene descritto Bergman e il suo cinema: il rapporto dell’uomo con lo scorrere del tempo, con la morte e, come afferma nel film lo scrittore Jean Claude Carrère, con il senso di colpa e con il continuo conflitto interiore tra ciò che si dovrebbe essere e ciò che si è realmente. Un complesso di sentimenti messo in scena tra bianco e nero, silenzi, colpi di scena, atmosfere di paura e suspence.

Ad un certo punto del documentario, che si compone di rari filmati inediti, appare Ingmar Bergman che afferma: "L'arte non è sempre stata in una certa misura la terapia per l'artista?". Una frase che ci porta dentro al suo cinema, che nasce dall'inconscio - come afferma il regista Olivier Assays nel documentario - e che sa parlare un linguaggio universale.

La giornata-evento dedicata al cinema di Margarethe von Trotta, lunedì 13 maggio, al cinema La Compagnia, inizia alle ore 15.00, con il documentario di Barbara Barni, "Il respiro dello sguardo". Il film documenta un inedito incontro della regista, alla fine degli anni '90, con un gruppo di studentesse dell'università La Sapienza di Roma. Partecipa alla proiezione la critica e docente di Cinema, Ester Carla de Miro.

L'evento prosegue alle 17.00, con la proiezione del film "L'Africana", di Margarethe von Trotta (Germania, Italia, 1990). Ad essere riproposto dal Festival Internazionale di Cinema e Donne è quello che viene considerato un film bergmaniano, specie nella geometria dei personaggi, che compongono e scompongono una tela di relazioni non sempre prevedibili.

Info:https://www.cinemalacompagnia.it







[ << indietro ]