FST Mediateca Toscana Film Commission
News

Apriti cinema: Cosimo de’ Medici protagonista dal 4 all’8 agosto

Per le ultime quattro serate di Apriti cinema, l’arena estiva nel cortile degli Uffizi, sarà Cosimo de’ Medici il grande protagonista. Infatti, in occasione della mostra “Omaggio a Cosimo I – Una biografia tessuta – Gli arazzi seicenteschi in onere di Cosimo I” alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti, saranno proiettati, il 5, 6 e 7 agosto, “L’età di Cosimo de’ Medici” di Roberto Rossellini (Parte 1, 2 e 3) e, l’8 agosto, “Il mestiere delle armi” di Ermanno Olmi.

Rossellini realizzò la miniserie televisiva nel 1972 che fu trasmessa, da Rai 1, in tre puntate, con i seguenti titoli: “L’esilio di Cosimo,” “Potere di Cosimo” e “Leon Battista Alberti: L’Umanesimo”.
Il regista di “Roma città aperta” racconta la figura di Cosimo de’ Medici, la sua tempra e la capacità che ebbe di accentrare tutto il potere su di sé, riuscendo a ristabilire ordine, favorendo la giustizia e proteggendo le classi meno abbienti. Sotto il suo potere la città di Firenze ebbe una grande spinta artistica ed edilizia e la famiglia Medici divenne una delle più potenti dinastie europee.

Per la serata conclusiva della rassegna e dell’arena estiva, giovedì 8 agosto sarà proiettato “Il mestiere delle armi” di Ermanno Olmi.
Il film, nominato alla Palma d’oro al Festival di Cannes 2001, narra gli ultimi giorni di vita di Giovanni de’ Medici, conosciuto come Giovanni dalle bande nere.
E’ il 1526 e Giovanni dalle bande nere è impegnato nella campagna contro i Lanzichenecchi di Carlo V, per impedire il loro passaggio verso il Po.
Il giovane capitano dell’esercito pontificio, tradito dal duca di Ferrara, il quale aveva omaggiato le truppe tedesche con quattro cannoni modernissimi, verrà ferito ad una gamba da un colpo di questi “falconetti”. La sua ferita si infetterà e, con l’avanzare della cancrena, le cure risulteranno inutili.

Info: www.cinemalacompagnia.it







[ << indietro ]