FST Mediateca Toscana Film Commission
News

"L’ospite" di Duccio Chiarini: il film, presentato allo scorso Locarno Film Festival, il 22 agosto nelle sale.

Dopo la première mondiale al Locarno Film Festival dello scorso anno e dopo le presentazioni ai festival internazionali, tra cui il Chicago International Film Festival, il Seattle International Film Festival, Italien de Villerupt, la Quinzaine du Cinéma Italien a Chambérly, al Cinema Made in Italy di Londra e al Torino Film Festival, arriva nelle sale, giovedì 22 agosto, “L'ospite. Un viaggio nei divani degli altri” del regista fiorentino Duccio Chiarini.

Il film, che vede nel cast Daniele Parisi, Silvia D’Amico, Anna Bellato, Sergio Pierattini e la cantante e attrice Thony, racconta la storia di Guido e Chiara, coppia di quarantenni sospesi fra una situazione lavorativa e personale precaria e il desiderio di poter metter su famiglia e vivere una vita tranquilla. Il film racconta lo spaccato di vita di una generazione costretta a stare in equilibrio precario tra lavori a tempo determinato, insoddisfazioni personali e un orologio biologico che scalpita, tra il desiderio di cercare fortuna e stabilità all’estero e quello di rimanere in Italia, circondati dagli amici e dagli affetti con uno stipendio ridicolo.
Il rapporto tra Guido e Chiara viene messo in crisi dopo che la ragazza gli rivela di essere rimasta incinta. Lui è al settimo cielo, lei non sembra, invece, così felice. Le loro opposte reazioni scateneranno una crisi e Guido si ritroverà ad abbandonare la casa e ad “affittare” i divani dei genitori e delle coppie di amici.
Da qui farà la spettatore a scene e dinamiche familiari che gli riveleranno che nessuna coppia è, in fondo, davvero felice.

“L’ospite. Un viaggio nei divani degli altri”, è il secondo lungometraggio di Duccio Chiarini, dopo “Short Skin. I dolori del giovane Edo”, realizzato nel 2014.

Chiarini, che si è formato alla London Film School, ha fondato, insieme a Babak Jalali, la casa di produzione La Régle du Jeu, con la quale ha realizzato numerosi cortometraggi, che hanno ricevuto importanti riconoscimenti, come “Fine stagione”, scritto con Hanif Kureishi, “Alone Together”, selezionato a Clermont Ferrand e “Lo Zio”, girato in Toscana e interpretato da Marco Messeri.
Nel 2011 ha realizzato il documentario autobiografico “Hit the road nonna”, presentato nell'ambito dei Venice Days, al festival del cinema di Venezia, vincitore del premio del pubblico al 52esimo Festival dei Popoli, oltre ad aver ottenuto una menzione speciale ai Nastri d'Argento e, nel 2015, ha firmato il documentario “Settembre”.







[ << indietro ]