FST Mediateca Toscana Film Commission

Notizie

Al Gozzini si chiude l'anno con Educazione Affettiva - Adottiamo lo slogan chi ama educa.

Le attività di alfabetizzazione al cinema, in collaborazione con la scuola della Casa Circondariale Gozzini si concludono. Riprenderanno dalla metà di giugno con il programma estivo.
Nell’ambito delle attività di Lanterne Magiche - che FST coordina e conduce attraverso laboratori interdisciplinari svolti da Maria Luisa Carretto - nella Casa Circondariale Mario Gozzini di Firenze, i detenuti potranno vedere, grazie alla collaborazione con Jacopo Linetti per Ardaco che lo ha prodotto, il film Educazione Affettiva, di Federico Bondi e Clemente Bicocchi.
Il film era stato proposto lo scorso settembre durante la giornata Scuola & Cinema rivolta a insegnanti e studenti. L’insegnante del carcere Gozzini Fulvia Poli lo ha inserito nell'attività del corso interdisciplinare di alfabetizzazione al cinema.
L’importante significato che ha l’educazione affettiva per i bambini delle elementari, quelli della famosa scuola Città Pestalozzi di Firenze, ha un senso anche dietro le sbarre del carcere, dove ogni lunga giornata d’isolamento dal monde del fuori viene scandita dalle attività proposte dalla direzione del carcere per dare valore al tempo della detenzione.
L’educazione affettiva diviene potente energia, si alimenta dalle esperienze e nella percezione consapevole di ogni fase evolutiva della vita. Non solo i bambini hanno necessità di crescere consapevolmente nelle esperienze e attraverso le emozioni (belle e brutte che siano), ma tutti, anche gli adulti possono imparare a riconoscere consapevolmente quanta della loro memoria sia riferita alle percezioni affettive dei contesti della loro infanzia. Affidarsi e condividere le nostre emozioni con altri, sarà l'esercizio conclusivo del laboratorio i cui temi di quest'anno sono stati i conflitti, l'ambiente e il cibo e le relazioni.
Il 18 maggio gli insegnanti Paolo Scopetani e Matteo Bianchini, interpreti del film di Bondi e Bicocchi, parteciperanno alla proiezione alla quale farà seguito una riflessione e discussione sul tema. Mentre il 1 giugno gli studenti reclusi, compresi quelli della scuola superiore di Agraria con la Professoressa Patrizia Di Virgilio, prenderanno parte ad una gincana dell’educazione affettiva.
Durante il gioco i reclusi si potranno scontrare, affidare o semplicemente confrontare con il regista, con gli insegnanti e gli educatori e infine ottenere anche un premio.
Dopo l’uscita premio al cinema Fulgor, per guardare insieme il film Perfetti sconosciuti, l’anno scolastico del Gozzini si conclude con Educazione affettiva e l’incontro con i maestri e il regista fiorentino Federico Bondi che ci ha generosamente dedicato il suo tempo pur essendo molto impegnato a scrivere il soggetto del suo prossimo film.
Grazie alla Fratelli Chiaverini Srl, storica azienda di Firenze, i reclusi potranno ottenere un premio speciale: il famoso mastellino di marmellata.
Per un gioco sull'educazione affettiva il giusto premio sarà: un barattolo di dolcezza alla frutta!
Visita il sito del film



A cura di Sveva Fedeli - Grafica Andrea Magagnato
L'utilizzo e la riproduzione (anche parziale) dei contenuti del sito sono consentiti solo previa autorizzazione. Per informazioni scrivere a