FST Mediateca Toscana Film Commission

Notizie

Una sfida educativa - Gli studenti dell'Istituto Zaccagna di Carrara giocano l'amichevole con i detenuti

Una sfida educativa per insegnanti e studenti dell'Istituto Zaccagna di Carrara che, il 29 marzo, per la prima volta giocheranno a calcio nel campo della Casa di Reclusione di Massa con i detenuti. L'iniziativa sportiva nasce dai laboratori, giunti al terzo anno, del PROGETTO LEGALITÀ INSIDEOUT, SCUOLA – IN CARCERE attuati in collaborazione con Lanterne Magiche Cinema e Legalità, uno dei progetti di Sensi Contemporanei. Questa bella esperienza, che si è concluso lo scorso anno dopo giornate di laboratori durante le quali sono state scambiate idee e riflessioni tese a costruire consapevolezza sul significato che assume il carcere nel tessuto sociale di Massa e Carrara e che si rinnova anche per questo anno scolastico grazie alla collaborazione della Direzione e di tutto il personale della Casa di reclusione. Oltre alla partita, il prossimo incontro sarà con Salvatore Striano, interprete del film Cesare deve Morire dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani.
"Una esperienza utile!", afferma l'insegnante Chiarella Lagomarsini, che da tre anni lavora con i suoi studenti su questi temi, "Fondamentale per costruire buone linee guida di prevenzione. La prevenzione si snoda attraverso il dialogo corretto e aperto, la condivisione dei problemi e delle idee, il rispetto, la creatività, la cultura, il riconoscimento del merito, la valorizzazione delle persone, del territorio, dell’ambiente. E tanto altro ancora. La cultura è conoscenza, competenza ed è anche arte, musica, sport."
L'idea della partita è nata dai ragazzi che, con la speranza che qualche esperto sportivo del settore potesse esserne il tutor, hanno saputo organizzare l'incontro da soli dando prova di una grande e tenace volontà. Ci sarà chi gioca e chi sostiene le squadre per una partita amichevole molto sentita i cui principi fondamentali sono la socializzazione, il gioco che educa al rispetto delle regole, i ruoli che nel gioco, come nella vita, sono utili per condividere le relazioni. Gli studenti si troveranno nel piazzale della stazione di Massa intorno alle 9 per raggiungere tutti insieme la Casa di Reclusione dove dalle 10,00 avrà inizio la partita.
Una mattinata ricca di significato educativo dove ognuno farà il tifo e .... che vinca la squadra migliore!
E IL MIGLIORE HA VINTO!

La partita è finita 8 a 5 per la Squadra degli studenti del Carcere: è doveroso riconoscere che gli studenti del Carcere si sono distinti nella preparazione. Per loro ha fatto la differenza la netta organizzazione e il loro “essere squadra”, mentre la Squadra degli studenti dello Zaccagna ha peccato per una certa disorganizzazione e un pizzico di individualismo che li ha portati alla sconfitta.
E'stata davvero una bella partita e una bella esperienza umana.
Hanno vinto gli ospitanti. Bravo l'arbitro Maurizio Vallerini che ha definito la partita "molto tirata fino all'ultimo minuto".

Ecco le squadre con l'arbitro




A cura di Sveva Fedeli - Grafica Andrea Magagnato
L'utilizzo e la riproduzione (anche parziale) dei contenuti del sito sono consentiti solo previa autorizzazione. Per informazioni scrivere a