La scuola con il cinema: formazione per formatori

Aprono le iscrizioni ai corsi gratuiti di aggiornamento per insegnanti, a cura di Lanterne Magiche

Insieme alle attività di educazione all’immagine, rivolte agli studenti delle scuole toscane di ogni ordine e grado, tornano anche i corsi di aggiornamento sul linguaggio audiovisivo per gli insegnanti.

I corsi sono riconosciuti a livello regionale e tenuti da esperti del settore.

Sono suddivisi in moduli da 10 o da 20 ore, possono essere effettuati in presenza o a distanza e hanno lo scopo di fornire ai docenti gli strumenti concettuali, terminologici e metodologici necessari per descrivere e analizzare un film (o qualsiasi altro tipo di opera audiovisiva), dal punto di vista tecnico, stilistico e formale.

Le competenze acquisite (descritte più avanti) saranno trasferibili, in autonomia, dal docente stesso agli studenti delle proprie classi. I moduli formativi infatti sono concepiti per consentire all’insegnante di riproporli in classe in ogni sua parte, avendo essi già una struttura laboratoriale definita e per questo replicabile.

1) Corso di propedeutica al linguaggio audiovisivo e cinematografico (20 ore, suddivise in due moduli) – Esperto formatore Neva Ceseri

Attraverso una vasta selezione di esempi cinematografici contenuti nei documentari didattici della collana Conosciamo il Cinema, le lezioni si propongono di offrire un’alfabetizzazione al linguaggio del film, per conoscerne regole ed elementi fondamentali.

I moduli introducono agli elementi fondamentali della grammatica e della costruzione di un’opera cinematografica: la scrittura, le inquadrature, il montaggio, il suono, la scenografia e gli effetti speciali.

Argomenti e programma delle lezioni

Le competenze che si acquisiscono durante il corso:

  • Conoscenza degli elementi fondamentali che compongono il linguaggio cinematografico
  • Capacità di interpretare i diversi stili, struttura ed estetica, dei singoli autori
  • Capacità di trasmettere le competenze acquisite ai propri allievi
  • Autonomia e capacità nel selezionare e proporre film di qualità e idonei per tematiche e contenuti ai piani formativi
  • Autonomia nella progettazione e gestione di un laboratorio di Educazione all’immagine, basato sul linguaggio cinematografico

ll corso partirà a febbraio 2022, la partecipazione è grautita su iscrizione sino ad esaurimento posti.

Iscrizioni a info@lanternemagiche.it – entro il 10 gennaio 2022 – Sede del corso Cinema La Compagnia (Firenze)


2) Corso di teoria e tecnica dell’animazione digitale cinematografica (un modulo da 20 ore) – Esperto formatore Luca De Crescenzo

Argomenti e programma delle lezioni

Introduzione al cinema di animazione: animazione fantastica illusione (dal taumatropio fino ai moderni sistemi digitali); le tecniche dei film di animazione; l’animazione 2D: il disegno animato o cartone animato; Walt Disney e la “camera multipiano”; timing, posizione e bilanciamento; L’animazione stop motion: un nome tante tecniche; claymation e i pupazzi di plastilina (Wallace e Gromit); puppet animation e il caso “ParaNormal”.

Animazione 3D o CGI: immagini create al computer; parole d’ordine: rigging, texturing e shading; “cattura del movimento”: la motion-capture (MoCap); il rendering; nascita e produzione di un film d’animazione; la storia, i personaggi e gli sfondi; gli effetti speciali; gli effetti sonori; i 12 principi dell’animazione classica.

Come usare il software OPENTOONZ: per creare un cartone animato con la tecnica classica, usando carta e matita per poi importare le immagini nel software, con uno scanner o anche con uno smartphone. La lezione introduce i primi elementi per poter sviluppare dei progetti di animazione in classe anche senza l’utilizzo del PC. Animazione tradizionale con tavoletta grafica: come usare OPENTOONZ per creare un cartone animato con la tavoletta grafica.

Animazione cut out: la Cutout animation è una tecnica che consiste nell’utilizzare pezzi di carta ritagliati per creare delle forme/figure da fotografare a passo uno o stop motion per animarle. Il laboratorio sarà manuale utilizzando ritagli di carta e virtuale con OPENTOONZ.

Animazione con morphing: l’uso del morphing, un effetto digitale che consiste nella trasformazione fluida dell’immagine. Laboratorio con OPENTOONZ per sviluppare una struttura grafica (scheletro) da inserirsi nel disegno per animare il personaggio.

Disegno e colorazione : l’uso pratico degli strumenti, supportati da OPENTOONZ, per disegnare e colorare direttamente sul computer e quindi animare senza la carta

Rendering ed esportazione : Il rendering è una funzione digitale che consente l’elaborazione dei fotogrammi prodotti, degli effetti speciali e sonori.

Montaggio digitale e post produzione: introduzione al montaggio degli elaborati di animazione. Realizzazione di un cortometraggio collettivo.

ll corso partirà a gennaio 2022, la partecipazione è grautita su iscrizione sino ad esaurimento posti.

Iscrizioni a info@lanternemagiche.it – entro il 31 dicembre 2021 – Sede del corso Manifatture Digitali Cinema (Prato)

FacebookTwitterWhatsAppEmail

Potrebbe interessarti anche...