]> 048707 NA48861 1 cristina 8 gm mul Id Record: NA48861 creata il 26/10/2016 da cristina. Biblioteca: Mediateca Regionale Toscana <b><a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00044442">REICHENBACH, Jérémie</a><\b> <b><a href="vedi_risultati.php?t1="></a><\b> <b><a href="vedi_risultati.php?t1="></a><\b> Banned bodies [risorsa elettronica] = Les corps interdits / regia e fotografia Jérémie Reichenbach ; montaggio Baptiste Petit-Gats ; suono Jérémie Reichenbach, Lucile Demarquet, Olivier Goinard ; musica Jours de Poussière, Frank Williams-Olivier Bodin FR : <a href="vedi_risultati.php?t1="></a><a href="vedi_risultati.php?t1=NAEDAF00018897">Quilombo Films</a><a href="vedi_risultati.php?t1=NAEDAF00020149"> : L'appel de Calais</a>, 2016 Quilombo FilmsL'appel de Calais 2016 1 file AVI (160 mb) (12 min.) : color., b/n, son. Documentario. Cortometraggi. <a href="/catalogo/multimedia/video_login.php?filename=corps_interdit.avi">VISIONA IL FILMATO</a>. Festival dei Popoli, 2016 - Concorso Internazionale - Cortometraggi. Sottotitoli in inglese. Sotto forma di poema, di canto visivo, le voci di alcuni immigrati raccontano la loro esperienza a Calais, confinati nella più grande baraccopoli d'Europa, definita la "giungla" in quanto luogo in cui l'individuo, privato di ogni dignità umana, vive in uno stato di abbrutimento, il suo corpo interdetto. Nel fermo spaziale del tempo sospeso di Calais il corpo migrante si sparge e svanisce. Solo la sua voce, carne che canta, dice il dolore senza posa. [br][br] In the form of a poem, of visual song, the voices of some migrants describe their experience in Calais, being confined in the largest camp of Europe, called “jungle” because there the individuals, stripped of all human dignity, live in a state of utter degradation, their bodies forbidden. In the freeze-frame of the suspended time of Calais, the migrant body vanishes. Only their voice, flesh that sings, tells the pain unceasingly. ARA <a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00044443">Petit-Gats, Baptiste</a>. <a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00050889">Williams, Frank</a>. <a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00050888">Bodin, Olivier</a>. <a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00050892">Demarquet, Lucile</a>. <a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00044511">Goinard, Olivier</a>. <a href="vedi_risultati.php?t1=NAAUAF00050890">Jours de Poussière</a>. Mediateca Regionale Toscana, <b>INV.:</b> D9686 - <b>SERIE</b> documentari, <b>NUM. DVD:</b> Videolibrary del Festival dei popoli, <b>QUALITÀ:</b> buona
 
copertina GUARDA L'INDICE
REICHENBACH, Jérémie
Banned bodies [risorsa elettronica] = Les corps interdits / regia e fotografia Jérémie Reichenbach ; montaggio Baptiste Petit-Gats ; suono Jérémie Reichenbach, Lucile Demarquet, Olivier Goinard ; musica Jours de Poussière, Frank Williams-Olivier Bodin
FR : Quilombo Films : L'appel de Calais, 2016
1 file AVI (160 mb) (12 min.) : color., b/n, son.
Festival dei Popoli, 2016 - Concorso Internazionale - Cortometraggi. Sottotitoli in inglese.
Petit-Gats, Baptiste. Williams, Frank. Bodin, Olivier. Demarquet, Lucile. Goinard, Olivier. Jours de Poussière.
Abstract: Sotto forma di poema, di canto visivo, le voci di alcuni immigrati raccontano la loro esperienza a Calais, confinati nella più grande baraccopoli d'Europa, definita la "giungla" in quanto luogo in cui l'individuo, privato di ogni dignità umana, vive in uno stato di abbrutimento, il suo corpo interdetto. Nel fermo spaziale del tempo sospeso di Calais il corpo migrante si sparge e svanisce. Solo la sua voce, carne che canta, dice il dolore senza posa.

In the form of a poem, of visual song, the voices of some migrants describe their experience in Calais, being confined in the largest camp of Europe, called “jungle” because there the individuals, stripped of all human dignity, live in a state of utter degradation, their bodies forbidden. In the freeze-frame of the suspended time of Calais, the migrant body vanishes. Only their voice, flesh that sings, tells the pain unceasingly.
Lingua: Arabo.
Genere: Documentario. Cortometraggi.
VISIONABILE IN MEDIATECA SENZA PRENOTAZIONE