copertina GUARDA L'INDICE
PITTARELLO, Nicola
L'or du Congo [risorsa elettronica] / regia Nicola Pittarello ; soggetto Daniele Gobbin, Nicola Pittarello ; fotografia Daniele Gobbin ; montaggio Nicola Pittarello ; suono Claudio Sichel ; musica Claudio Sichel
IT, VA : Sonia Bonin Mansutti, 2010
1 file mkv (2.42 gb) (56 min.) : b/n, son.
Sottotitoli in italiano. - Mediometraggio. - Altri formati: mp4.
Gobbin, Daniele. Sichel, Claudio.
1. Zone rurali.
2. Antropologia.
3. Etnologia.
4. Economia.
5. Globalizzazione.
6. Geopolitica.
7. Guerra.
8. Diritti civili.
9. Diritti umani.
10. Democrazia.
11. Colonialismo.
Abstract: Sei episodi per raccontare sei volti di un'Africa nascosta, quella lontana dalle capitali sconvolte dalla globalizzazione e popolate da milioni di persone. Siamo nella Repubblica Democratica del Congo, un paese grande quanto l'Europa Occidentale, che dall'oceano Atlantico si estende fino alla regione dei Grandi Laghi, nel cuore dell'Africa nera. Un enorme territorio, sfruttato per le sue ingenti ricchezze naturali, che solo nel 2006, dopo dieci anni di conflitti, ha raggiunto il traguardo delle libere elezioni. Nelle regioni a Nord-Est del paese, area di influenza e pressione dei vicini Ruanda e Uganda, ci si trova nella terra di nessuno, dove crisi umanitarie e genocidi si consumano ciclicamente, dove il mondo nero vive di miseria, ma continua a resistere organizzandosi tra tradizione e modernitÓ. Questo territorio si racconta con la voce della sua gente, con volti che parlano la lingua della miseria ma anche dell'amore per la propria terra e le proprie origini. Il documentario segue un itinerario emotivo e insieme descrittivo, spostandosi nello spazio e nella memoria di queste regioni dimenticate lontane anni luce da noi. Dalle miniere di estrazione dell'oro, dove i giovani congolesi consumano le loro vite, agli ospedali del territorio, dove le loro compagne muoiono di Aids. Dal periodo coloniale belga, quando furono schiavizzati milioni di congolesi, al concetto di neo-colonialismo economico al tempo della globalizzazione. Ogni episodio Ŕ l'affresco rapido di una situazione particolare, di un modo di vita che Ŕ soprattutto africano ma che subisce la lenta deriva dell'integrazione mondiale.

Six episodes to tell the story of six faces of a hidden Africa, far from the capitals disrupted by globalisation and populated by millions of people. We are in the Democratic Republic of Congo, a country the size of Western Europe, stretching from the Atlantic Ocean to the Great Lakes region, in the heart of black Africa. An enormous territory, exploited for its vast natural wealth, which only in 2006, after ten years of conflict, achieved the goal of free elections. In the north-eastern regions of the country, an area of influence and pressure from neighbouring Rwanda and Uganda, we find ourselves in no man's land, where humanitarian crises and genocide occur cyclically, where the black world lives in misery, but continues to resist by organising itself between tradition and modernity. This territory is told through the voice of its people, with faces that speak the language of misery but also of love for their land and their origins. The documentary follows an emotional and descriptive itinerary, moving through the space and memory of these forgotten regions light years away from us. From the gold mines, where young Congolese consume their lives, to the local hospitals, where their companions die of Aids. From the Belgian colonial period, when millions of Congolese were enslaved, to the concept of economic neo-colonialism at the time of globalisation. Each episode is a rapid fresco of a particular situation, of a way of life that is primarily African but which is suffering the slow drift of global integration.
Lingua: Francese. Francese.
Genere: Documentario.
VISIONABILE IN MEDIATECA SENZA PRENOTAZIONE