copertina GUARDA L'INDICE
PELLETIER, Margo
Freeing Silvia Baraldini [risorsa elettronica] / regia Margo Pelletier, Lisa Thomas ; fotografia Ted Ciesielski, Osama Abouelkhair ; montaggio Gerald Von Stoddard, Margo Pelletier ; suono Margo Pelletier, Federico Fornaro ; musica Gerald Von Stoddard
US, IT : Thin Edge Films, 2009
1 file mkv (4.06 gb) (102 min.) : b/n, son.
Sottotitoli in inglese. - Lungometraggio. - Altri formati: mp4.
Thomas, Lisa. Ciesielski, Ted. Abouelkhair, Osama. Von Stoddard, Gerald. Fornaro, Federico.
1. Diritti civili.
2. Carceri.
3. Estremismo.
4. Giornalismo.
5. Biografia.
Abstract: Silvia Baraldini si trasferita negli Stati Uniti negli anni '60 al culmine del movimento per i diritti civili ed diventata maggiorenne in un paese che bruciava nelle sue stesse promesse. Mossa dalla lotta degli afroamericani per i diritti umani e irritata dallo spettacolo di finzione nella democrazia americana, Silvia ha iniziato una vita di attivismo politico. Divenne il leader nazionale dell'Organizzazione comunista del 19 maggio, un gruppo radicale di bianchi nordamericani. Nel 1983, Silvia fu incriminata e condannata per aver aiutato a liberare Assata Shakur (un rivoluzionario nero) dal carcere. Silvia stata condannata a 43 anni di carcere. Nel 1999, dopo 17 anni nelle carceri statunitensi, dopo 1.000.000 di firme italiane che chiedevano il suo trasferimento, Silvia ha ottenuto il diritto di scontare la sua pena in Italia.

Silvia Baraldini moved to the US in the 1960s at the height of the civil rights movement and came of age in a country burning with its own promises. Moved by the struggle of African Americans for human rights and angered by the spectacle of pretense in American democracy, Silvia began a life of political activism. She became the national leader of the May 19 Communist Organisation, a radical group of white North Americans. In 1983, Silvia was indicted and convicted for helping to free Assata Shakur (a black revolutionary) from prison. Silvia was sentenced to 43 years in prison. In 1999, after 17 years in US prisons and after 1,000,000 Italian signatures demanding her transfer, Silvia was granted the right to serve her sentence in her home country.
Lingua: Inglese. Italiano.
Genere: Documentario.
VISIONABILE IN MEDIATECA SENZA PRENOTAZIONE