‘Resisting the Trouble’: la mostra con video e installazioni di giovani artisti sulla crisi globale

Film, video e installazioni per ripensare il presente e immaginare il futuro: in mostra le proposte di 12 giovani artisti per provare a salvaguardare l’ambiente e le altre specie che abitano il pianeta e per evitare il rischio di una catastrofe ecologica

Dopo vari rinvii dovuti all’emergenza sanitaria che ha bloccato per diversi mesi l’attività culturale su tutto il territorio nazionale, il 4 maggio apre a Firenze Resisting the Trouble – Moving Images in Times of Crisis, la mostra a cura di Leonardo Bigazzi, nell’ambito delle attività promosse da Lo Schermo dell’Arte, festival di cinema e arte contemporanea, insieme a NAM – Not A Museum, il programma d’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi.
La mostra presenta le opere realizzate dai 12 artisti partecipanti alla nona edizione di VISIO-European Programme on Artists’ Moving Images, un progetto di ricerca e residenza dedicato ad artisti under 35.
I dodici film, video e installazioni presenti negli spazi dell’ex complesso industriale, riflettono su alcune delle questioni più urgenti generate dall’attuale crisi mondiale, proponendo visioni alternative per ripensare il presente e immaginare il futuro.

Intervista al curatore della mostra, Leonardo Bigazzi

Gli artisti selezionati

Gli artisti selezionati sono: Jonas Brinker (1989, Germania), Claudia Claremi (1987, Cuba/Spagna), Helen Anna Flanagan (1988, Inghilterra/Irlanda), Valentina Furian (1989, Italia), Megan-Leigh Heilig (1993, Sud Africa/Germania), Marcin Liminowicz (1992, Polonia/Olanda), Edson Luli (1989, Albania/Italia), Olena Newkryta (1990, Ucraina/Austria), Ghita Skali (1992, Marocco/Olanda),  Peter Spanjer (1994, Nigeria-Germania/Inghilterra), Emilia Tapprest (1992, Finlandia-Francia/Olanda), Tora Wallander (1991, Svezia).

La mostra s’interroga sulla possibilità di immaginare modelli inclusivi di coesistenza in grado di scardinare le strutture di potere esistenti, e di superare canoni e stereotipi consolidati legati alla competizione e alla prevaricazione tra esseri viventi. ” Leonardo Bigazzi, curatore della mostra

Lo Schermo dell’Arte Film Festival

Nato a Firenze nel 2008, Lo schermo dell’arte è un progetto dedicato a esplorare e promuovere le relazioni
tra arte contemporanea e cinema, originale e unico nel panorama italiano e internazionale delle arti visive.
Profondamente radicato sul territorio e conosciuto in Italia e all’estero, la sua struttura comprende un
insieme di attività annuali che prevedono un festival cinematografico, progetti di residenza e sostegno per
giovani artisti, produzione e distribuzione di film, programmi educativi.
L’edizione 2020 del festival si è svolta online nella sala piattaforma virtuale Più Compagnia

FacebookTwitterWhatsAppEmail